Integration


All’interno di una qualsiasi organizzazione convivono applicazioni per la gestione dellinventario, delle spedizioni, dei clienti attuali o potenziali, dei dati interni (risorse umane, dati di fatturazione, assistenza sanitaria, comunicazioni interne), etc. Tali applicazioni in genere non possono comunicare luna con laltra e non condividono i dati (che sono spesso replicati). In questi casi si parla di isole di automazione o di informazioni in silos.
Tale mancata comunicazione porta ad inefficienze, problemi di integrità dei dati ed elevati costi di storage, rendendo impossibile lautomazione dei processi aziendali.

Figura SOAAltre volte i sistemi devono dialogare tra di loro e viene adottato un approccio punto-punto, ovvero secondo una architettura definita Spaghetti Integration.

In questi casi si può utilizzare un middleware (service bus) per integrare i sistemi o le isole di automazione in modo da snellire la struttura, evitare ridondanza di dati e migliorare lefficienza della comunicazione.

In questo caso le varie componenti comunicheranno esponendo ognuna dei servizi e questo non solo riduce la complessità ed il numero di interfacce totali di comunicazione ma favorisce anche la realizzazione e lintegrazione di nuove funzionalità in una accezione di Service Oriented Architecture (SOA).

Nel contesto appena descritto, lutilizzo del bus è fondamentale e consente ladozione di servizi che semplificano e permettono di automatizzare i processi aziendali e allo stesso tempo evita di dover eseguire modifiche radicali alle applicazioni o alle strutture dati esistenti.

Il più grosso problema dellintegrazione resta comunque il fatto che i sistemi che devono dialogare tra loro spesso risiedono su diversi sistemi operativi, geograficamente distanti e utilizzano diverse soluzioni della base dati e diversi linguaggi e in alcuni casi sono sistemi legacy che non sono più supportati dal venditore che li ha originariamente sviluppati, in questo caso lunico approccio possibile è quello SOA ed il middleware da utilizzare deve possedere particolari caratteristiche.

eGLUE è un middleware che nasce da una grande esperienza nazionale ed internazionale nello sviluppo di soluzioni SOA. Esso è sviluppato con linguaggi di basso livello e utilizza strutture standard, è molto leggero (in termini di risorse macchina) ed è caratterizzato da elevate performance e da una grande flessibilità, il suo dominio applicativo può essere esteso su macchine eterogenee, anche per sistema operativo e si connette a qualsiasi database attraverso le proprie librerie, consentendo di scalare facilmente sia verso lalto che verso il basso.

vendorlockin

Impiegando eGLUE come ESB (Enterprise Service Bus) è possibile fornire servizi di supporto ad architetture SOA complesse e risolvere i tipici problemi dellintegrazione di sistemi. In questo caso esso si comporta come una dorsale attraverso la quale viaggiano le informazioni di scambio che soddisfano le componenti applicative, attraverso opportuni servizi software.

Le elevate prestazioni, la grande flessibilità e la possibilità di operare su un dominio disomogeneo, permettono ad eGLUE di adattarsi al meglio a qualsiasi contesto operativo.

configuredontcoode